Defence company Thales uses Blockchain to comply with NATO requirements

The block chain technology is designed to provide better traceability in production.

Thales, the French defence group specialising in military and aerospace technology, intends to use the block chain technology for a new management system at its production centre in Spain.

According to an official notification dated 5 November, Thales intends to use innovative technologies such as The News Spy and Big Data to digitally transform the production centre in question.

One of the main objectives of the Paris-based group is to use block-chain technology to better meet the requirements of the transatlantic defence alliance NATO and the defence ministries of the client countries. To this end, the Communication states

„In order to comply with the requirements of NATO and the Ministries of Defence with which our company cooperates, we will use the block chain to ensure the traceability of all parts and products processed in our production and maintenance centre“.

According to the notification, the Blockchain technology will be used as part of a new management system that will be linked to all applications on the company’s own network. The new platform will efficiently link all work processes, improve communication with customers and optimise maintenance processes.

Jay Clayton to leave US-SEC soon

The Chairman of the US Securities and Exchange Commission (SEC) intends to leave the position after three and a half years.

Jay Clayton, who has been Chairman of the US Securities and Exchange Commission (SEC) since May 2017, will leave the agency at the end of 2021.

In its official press release, the Authority Bitcoin Up stated that Clayton is one of the directors who have held the position for the longest time. Crypto-enthusiasts are well aware of what the Authority is dealing with. The SEC has raised some of the most controversial regulatory issues surrounding the new asset class.

These included early debates on whether or not certain crypto assets should be defined as securities according to the Howey test.

As Chairman, Clayton also warned Bitcoin (BTC) investors last year that they would be „completely wrong“ if they believed that the crypto currency could be traded on the major exchanges without more robust regulation.

During Clayton’s tenure, the SEC received requests for over $14 billion in financial redress. In the fiscal year 2020 alone, the amount was $4.68 billion. The authority repaid about $3.5 billion to aggrieved investors. The Commission also paid out around $565 million to informants. The largest amount paid to a single informant was 114 million US dollars. In his statement Clayton said

„The US capital market ecosystem is the strongest and most flexible in the world. Thanks to the hard work of the diverse and inclusive SEC team, we have improved investor protection, promoted capital accumulation for small and large companies and made our markets more transparent and efficient“.
The press release does not say what Clayton’s next steps will be. US Attorney General William Barr recently announced his intention to nominate Clayton as the next US Attorney General for the Southern District of New York.

Amerikaanse regering Nu een Bitcoin walvis dankzij $1 miljard

Amerikaanse regering Nu een Bitcoin walvis dankzij $1 miljard Zijderoute inbeslagname

De laatste inbeslagname van activa in een criminele zaak maakt de Amerikaanse overheid een van de grootste Bitcoin-houders.

De VS heeft 69.370 Bitcoin (BTC) in beslag genomen en het equivalent daarvan in harde gevorkte penningen in een voorheen slapende Bitcoin Trader portemonnee.
Het portemonneeadres en de bezittingen waren te herleiden tot de beruchte Zijderoute marktplaats.

Het Amerikaanse Ministerie van Justitie (DoJ) heeft cryptokringen in beslag genomen van een anoniem persoon genaamd Individuele X, waaronder 69.370 Bitcoin.

De activa zijn meer dan een miljard dollar waard en behoorden tot dit adres

Dit was het op drie na grootste Bitcoin-adres van het netwerk en was tot een paar dagen geleden ongeveer vijf jaar slapend.

Blockchain-analysebedrijven hadden ontdekt dat het adres gebonden was aan Silk Road, de nu verdwenen donkere webmarkt. Onder de Code van de Verenigde Staten, Sectie 981(a)(1)(C), kan de overheid activa in beslag nemen, die te herleiden zijn tot elke overtreding die als een „gespecificeerde onwettige activiteit“ wordt beschouwd.

De Zijderoute was actief tussen 2011 en 2013 en werd gebruikt om illegale goederen zoals drugs en wapens zonder vergunning uit te wisselen.

De enige vorm van betaling op de marktplaats was BTC.

Het onderzoek van de Criminal Investigation Division van de Internal Revenue Service en de U.S. The Attorney’s Office for the Northern District of California stelde vast dat de hacker (individu X genoemd in het officiële rechtbankdocument) Bitcoin heeft gestolen van de Silk Road en het geld heeft overgemaakt naar bovengenoemd adres in 2013.

Terwijl het portemonnee-adres oorspronkelijk alleen Bitcoin bevatte, had het door de harde vorken extra munten ontvangen. Volgens het rechtbankdocument heeft het DoJ op 3 november beslag gelegd op activa die 69.370 Bitcoin (BTC) en equivalente hoeveelheden Bitcoin Gold (BTG), Bitcoin SV (BSV) en Bitcoin Cash (BCH) bevatten.

Op het moment van drukken is het totale in beslag genomen bedrag $1,0958372 miljard.

Met de inbeslagname wordt de Amerikaanse overheid een van de grootste bezitters. Net als bij eerdere incidenten zal de BTC in bewaring bij de overheid worden verkocht op een federale veiling.

Bitcoin bleibt im Aufwärtstrend, Altmünzen zeigen positive Anzeichen

Der Bitcoin-Preis blieb in einer Aufwärtszone oberhalb von 13.500 USD und 13.650 USD.
Ethereum erholte sich oberhalb von 395 USD und testete 400 USD, XRP hat Mühe, den Widerstand von 0,242 USD zu überwinden.
OCEAN und AAVE sind um über 10% gestiegen.
Nach einer kurzfristigen Abwärtskorrektur erholte sich der Bitcoin-Preis wieder über den Widerstand von 13.500 USD. Die BTC handelt derzeit (05:00 UTC) deutlich über USD 13.650 und könnte weiter über USD 13.800 und USD 13.850 steigen. Die Haupthürde für weitere Aufwärtstendenzen liegt nahe der Marke von USD 14.000.

In ähnlicher Weise gab es eine Erholungswelle bei den meisten wichtigen Altmünzen, einschließlich Äther, XRP, Litecoin, EOS, XLM, LINK, BNB, TRX, Bitcoin-Bargeld und ADA. ETH/USD erholt sich höher und könnte sich sogar über dem Widerstand von 400 USD einpendeln. XRP/USD wird über USD 0,240 gehandelt, aber es hat Mühe, über USD 0,242 an Dynamik zu gewinnen.

Gesamte Marktkapitalisierung

Bitcoin bleibt im Aufwärtstrend, Altmünzen zeigen positive Vorzeichen 101

Bitcoin-Preis
Nachdem der Bitcoin-Preis über die Marke von 14.000 USD geklettert war, korrigierte er nach unten. BTC blieb jedoch weiterhin gut über dem Niveau von 13.500 USD und 13.650 USD geboten. Die BTC handelt mit einem positiven Winkel, mit einem unmittelbaren Widerstand nahe der 13.800 USD-Marke. Der nächste wichtige Widerstand befindet sich in der Nähe der Marke von 13.850 USD, über der sich der Preis in Richtung der Marke von 14.000 USD beschleunigen könnte.

Auf der Abwärtsseite ist das Niveau von USD 13.650 eine erste Unterstützung. Die wichtigste wöchentliche Unterstützung bildet sich in der Nähe der Marke von 13.500 USD, unter der sie in Richtung 13.200 USD oder sogar 13.000 USD fallen könnte.

Ethereum-Preis

Der Äthereumpreis fand nahe dem Niveau von 372 USD eine Unterstützung und es begann eine erneute Aufwärtsbewegung. ETH durchbrach die Widerstandsmarke von 385 USD und handelte sogar über 395 USD. Der Preis kämpft nun darum, über USD 400 an Fahrt zu gewinnen. Um weiter zu steigen, muss sich der Preis über 400 USD und 405 USD einpendeln.
Sollte es zu einer Abwärtskorrektur kommen, ist das Niveau von 392 USD eine erste Unterstützung. Die wichtigsten wöchentlichen Unterstützungen werden in der Nähe der Niveaus von 380 USD und 372 USD gesehen.

Bitcoin-Bargeld, Kettenglied und XRP-Preis

Der Barzahlungspreis von Bitcoin steigt wieder an, und der Handel liegt deutlich über den Werten von 260 USD und 262 USD. BCH zeigt positive Anzeichen in der Nähe von 260 USD, aber es könnten Hürden in der Nähe des 270 USD Niveaus auftreten. Ein erfolgreicher Abschluss über der 270-Dollar-Marke könnte die Türen für einen Schub in Richtung der 280- und 285-Dollar-Marke öffnen.

Chainlink (LINK) startete eine starke Erholungswelle von der USD 10,80-Unterstützungszone. Der Kurs ist wieder über USD 11,20 und wird über dem Niveau von USD 11,50 gehandelt. Der erste große Widerstand liegt nahe dem Niveau von USD 11,80, oberhalb dessen die Bullen einen klaren Ausbruch über die USD 12,00-Hürde versuchen könnten.

Der XRP-Preis fand Unterstützung in der Nähe von USD 0,235 und erholte sich wieder über das Niveau von USD 0,240. Der Preis kämpft nun nahe dem Niveau von 0,242 USD, aber der wichtigste wöchentliche Widerstand liegt bei 0,245 USD. Ein erfolgreicher Durchbruch über USD 0,245 ist für einen Push über USD 0,250 und USD 0,252 erforderlich.

Der Markt für andere Altmünzen heute
In den letzten Stunden legten einige Altmünzen um über 5% zu, darunter OCEAN, AMPL, AAVE, OMG, COMP, ZRX, YFI, NEO, ADA, RSR, UNI, ALGO und KSM. Von diesen konnte OCEAN über 15% zulegen und die Widerstandszone von 0,500 USD durchbrechen.

Insgesamt handelt der Bitcoin-Preis in einem Aufwärtstrend oberhalb der Unterstützungsebenen von USD 13.650 und USD 13.500. Wenn die BTC über 13.850 USD an Stärke gewinnt, könnte sie über 14.000 USD und 14.200 USD steigen.

 

Come dire se si ha un virus Bitcoin Miner

  • Bitcoin Miner virus è il nome generico di un malware che ruba le risorse del computer per generare moneta criptata.
  • Un pericoloso malware di crypto mining infetta soprattutto attraverso download e attacchi basati su browser.
  • La lentezza delle prestazioni, il ritardo e il surriscaldamento sono segnali di avvertimento dell’infezione del malware minerario.

Finché il Bitcoin cresce di valore, anche l’estrazione mineraria aumenterà. Ma con l’aumento dell’estrazione mineraria legale, aumenta anche quella illegale. La cosa peggiore è che ognuno di noi può diventare vittima della criminalità informatica dell’estrazione mineraria criptica.

L’estrazione mineraria di cripto-monete, o in altre parole il criptojacking, è una minaccia crescente sia per le imprese che per i singoli utenti. Il malware non autorizzato sfrutta i computer o i dispositivi mobili per estrarre monete digitali. E le vittime non se ne accorgono nemmeno.

Quindi, come si fa a capire se si è in possesso di un virus Bitcoin Miner? Diamo un’occhiata più approfondita a come funziona il virus Bitcoin Miner e come possiamo identificarlo e rimuoverlo.

Che cos’è il virus Bitcoin Miner?

BitCoinMiner è un nome generico per vari virus di cryptocurrency-mining. A prima vista, il nome suggerisce che questi virus estraggono solo la crittovaluta Bitcoin, tuttavia, i criminali informatici tentano di estrarre anche altre crittovalute, come Monero, Ethereum, ecc.

Bitcoin Miner virus, malware di cryptocurrency mining, o criptojacking. In qualsiasi modo lo si chiami, è la stessa forma di criminalità informatica quando i truffatori infettano i computer vulnerabili con malware per rubare la potenza di elaborazione del computer per l’estrazione illegale di crittometrie.

I criminali informatici dietro i virus di crypto mining agiscono a scopo di lucro. L’estrazione di valute di crittografia lucrative come Bitcoin richiede un hardware ASIC mining potente e costoso per diventare redditizio. Ma finché le valute crittografiche possono essere estratte con processori (CPU) e schede grafiche (GPU), i truffatori le utilizzano come alternativa economica. Si limitano a prendere di mira le risorse di calcolo e a rubare l’energia a migliaia di utenti ignari.

Il principio è semplice. Quando un determinato dispositivo viene infettato da malware crittografato, viene aggiunto a un pool per lavorare al compito. Nel frattempo, i truffatori guadagnano con quasi nessun costo per se stessi. E anche se il nome del virus Bitcoin Miner fa pensare che mini solo Bitcoin, i criminali fanno il mio lavoro con altre valute digitali come l’Ethereum o il Monero.

Come si diffonde il virus Bitcoin Miner?

Gli attacchi di criptojacking sono una delle minacce più comuni alla sicurezza informatica. Il malware di Crypto mining può essere scritto in diversi linguaggi di programmazione e può facilmente infettare i dispositivi in diversi modi: dal download alla navigazione sul sito web compromesso. Il virus Bitcoin Billionaire Miner può anche essere incorporato nei virus Trojan Horse.

Tuttavia, i metodi più utilizzati sono i seguenti:

  • Attacchi drive-by-download. Una forma popolare di criptojacking comporta attacchi di ingegneria sociale. Le vittime vengono ingannate per scaricare file dall’aspetto legittimo che sono infettati da malware nascosti. Tali virus possono essere inseriti in annunci online, allegati di e-mail, vari plugin ed estensioni o scaricati con un software gratuito.
  • Attacchi basati su browser. L’attacco viene attuato inserendo codice cripto-minerale dannoso in una pagina web. Il codice viene eseguito automaticamente ogni volta che le vittime aprono il browser e visitano un determinato sito web. In questo caso il computer della vittima non memorizza alcun malware, ma le sue risorse vengono comunque sfruttate quando si apre un sito Web infetto.

In che modo il malware Bitcoin Miner colpisce i dispositivi?

Come forse saprete, il cryptocurrency mining richiede una grande potenza di calcolo. È necessario risolvere enigmi matematici e confermare nuovi blocchi di transazioni crittografiche.

Il virus Bitcoin Miner fa funzionare il computer al massimo della sua capacità e ne rallenta le prestazioni. Un dispositivo si carica lentamente e ritarda anche nell’affrontare compiti semplici. Le prestazioni continue in tali condizioni logorano il dispositivo nel tempo.

Lavorare contemporaneamente a piena capacità aumenta il rischio di surriscaldamento, che porta alla riduzione della durata del processore, delle schede grafiche o della memoria.

Come si fa a capire se si è affetti da un virus Bitcoin Miner?

Il malware di Crypto mining potrebbe essere difficile da rilevare per chi ha scarse competenze informatiche o di sicurezza informatica. Tuttavia, ci sono indicatori generali su come capire se si è in possesso di un virus Bitcoin Miner.

Se il vostro computer ha iniziato ad agire in modo strano, le sue prestazioni sono rallentate o decine di spam compaiono sullo schermo, la possibilità di essere infettati da un virus è altamente possibile. Per essere sicuri di sapere come identificare i segnali di avvertimento e come ispezionarli.

I sintomi comuni che allarmano la possibile minaccia di infezione da malware cripto-minerale sono i seguenti:

  • Alto utilizzo della CPU
  • Prestazioni lente, in ritardo
  • Surriscaldamento
  • Aumento del traffico internet

Dopo aver identificato i segnali che lo riguardano, vale la pena eseguire un’ispezione manuale per verificarli. Tuttavia, non tutti questi segnali possono essere controllati da soli e necessitano di un software antivirus e di un approccio più professionale.

Tuttavia, ecco i passi su come verificare la presenza di virus di crypto mining sul vostro PC o dispositivo mobile.

Come si controlla se si è stati crittografati?

Controllare la temperatura della CPU

Un dispositivo funziona a pieno regime quando si estrae una moneta criptata. Questo porta ad un possibile surriscaldamento, e l’aumento della temperatura della CPU è un buon indicatore.

Il PC infetto funziona più lentamente e più forte. Se si assiste allo stesso comportamento sul computer, controllare la temperatura del suo processore (CPU). Ecco come potete farlo sul sistema operativo Windows:

  1. Aprire il Task Manager (premere ctrl +shift +esc).
  2. Cliccate sulla scheda Performance.
  3. Verificate l’utilizzo della CPU. La percentuale superiore all’80%-90% quando non sono in esecuzione altri programmi indica un grave pericolo di infezione.

Anche i dispositivi in esecuzione su macOS sono vulnerabili. C’è abbastanza malware di crypto-mining che prende di mira i dispositivi Apple. Se si utilizza macOS, completare i seguenti passi per controllare la temperatura:

  1. Aprire Applicazioni > Utilità > Monitoraggio attività.
  2. Controllare la scheda CPU.

La temperatura sana per la vostra CPU dovrebbe essere compresa tra 45°C e 65°C. Se il numero è superiore al livello specificato, potrebbe esserci il rischio di infezione da malware.

Un altro modo completo per tracciare la temperatura della CPU e altre importanti metriche sul vostro dispositivo macOS è l’installazione di un’applicazione dedicata come iStat, System Monitor o Monit.

Controllare l’utilizzo della rete

Mentre ci sono decine di programmi in esecuzione sul computer, c’è la possibilità che uno qualsiasi di essi possa accedere a Internet senza che voi lo sappiate.

Gli scarsi ritardi nello streaming dei media nelle sessioni di gioco online o altre attività che rallentano notevolmente le attività su internet avvertono che c’è qualcosa che non va. A meno che non ci siano problemi con la connessione di rete stessa. Tuttavia, in molti casi, il traffico di rete insolitamente elevato sul PC o sul dispositivo mobile fa pensare a un’infezione da malware.

È importante monitorare tutto il traffico Internet sui vostri dispositivi. Anche se di solito richiede uno speciale software di monitoraggio della rete come SolarWinds, DataDog o Azure Network Watcher per avere una visione completa delle prestazioni del vostro PC.

Ma prima di acquistarne uno, è possibile eseguire rapidamente le proprie ispezioni. Ecco come controllare l’utilizzo della rete su Windows 10:

  1. Aprire Task Manager > Cronologia delle applicazioni.
  2. Controlla la sezione Rete.

In questo modo è possibile verificare quali applicazioni stanno utilizzando la rete dal giorno in cui è stato effettuato l’ultimo monitoraggio. Tuttavia, Task Manager permette solo il monitoraggio delle applicazioni Universal Windows Platform (UWP), che non include le applicazioni desktop.

Per monitorare l’utilizzo della rete sulle applicazioni desktop, completare i seguenti passi:

  1. Aprire Impostazioni > Rete & internet > Utilizzo dei dati.
  2. Fare clic su Visualizza uso per applicazione per controllare l’uso della rete su ogni applicazione.

Gli utenti MacOS possono monitorare l’uso della rete sui loro computer seguendo le istruzioni riportate di seguito:

  1. Aprire Applicazioni > Utilità > Monitoraggio attività.
  2. Scegliere la sezione Rete.
  3. Fare clic su Byte inviati. L’elenco classificherà le applicazioni dal più alto al più basso per vedere quali applicazioni stanno utilizzando la rete.

Installare le estensioni del browser anti-crypto mining

Un’altra forma di attacco di criptojacking è il malware minerario basato su browser. Esso inietta lo script dannoso su siti web o su pubblicità dannose che vengono posizionate su più pagine web.

Lo script si attiva ogni volta che la vittima apre il sito infetto o quando gli annunci appaiono nel browser. Nel frattempo, l’utente il cui dispositivo estrae monete digitali e le invia al server dell’hacker non ha idea di cosa stia succedendo.

L’unico modo per proteggersi dal malware da minatore basato sul browser è installare i bloccanti di crittografia. Le estensioni del browser come NoCoin, MinerBlock o Malwarebytes bloccano i minatori di monete criptate dall’utilizzo della potenza di elaborazione del computer.

Come rimuovere un virus Bitcoin Miner?

Il cryptocurrency mining illegale è un crimine informatico e potrebbe essere combattuto con mezzi familiari come vari programmi antivirus o la complessa rimozione manuale. Tuttavia, Bitcoin Miner Virus è un malware senza file. Ciò significa che non lascia tracce ed è particolarmente difficile da rilevare.

La rimozione manuale del Bitcoin Miner Virus richiede una conoscenza tecnica approfondita ed è un processo molto più sofisticato rispetto alla semplice eliminazione dei file infetti. Il processo prevede l’utilizzo di voci di registro sensibili in cui l’approccio non corretto potrebbe causare danni irreparabili e il dispositivo non può più funzionare.

Un efficiente software antimalware sarebbe un’opzione molto migliore. Tenete presente che non tutte le opzioni dei tradizionali software antivirus possono identificare e rimuovere Bitcoin Miner Virus.

Tenete presente che non tutte le opzioni del software antivirus sono in grado di identificare e rimuovere il Bitcoin Miner Virus. Questo malware è privo di file e i programmi che cercano malware sulla base delle definizioni di un virus non sono in grado di individuarlo. Per eliminare il malware di crypto-mining, eseguire la scansione del computer con software di sicurezza legittimi come Comodo Antivirus, SpyHunter, o Malwarebytes che rimuove tutti i tipi di malware, compreso quello senza file.

Come prevenire il virus Bitcoin Miner?

Gli attacchi di criptojacking sono una seria minaccia soprattutto in un momento in cui le valute digitali sono in crescita a lungo termine. L’installazione di software di sicurezza può aiutare ad eliminare il rischio di essere sfruttati, ma rimanere cauti e consapevoli non è meno importante.

Ci sono ancora modi per capire se si è in possesso di un virus Bitcoin Miner. Tenete traccia delle prestazioni del vostro dispositivo e controllate i segnali di avvertimento. Di conseguenza, aggiornate regolarmente il vostro dispositivo, evitate siti web sospetti, allegati e link di posta elettronica, utilizzate i pop-up blocker o installate le estensioni del browser mining anti-crypto mining per livelli di protezione ancora più elevati.